Terzo mandato per il Presidente Nazionale dell’AIA Marcello Nicchi 25 settembre 2016

nicchiCon il 71,8% dei voti Marcello Nicchi è stato riconfermato Presidente del’Associazione Italiana Arbitri. Insieme a Nicchi è stata eletta la lista collegata, composta da Narciso Pisacreta per la carica di Vicepresidente dell’AIA e dai componenti del Comitato Nazionale Giancarlo Perinello, Umberto Carbonari e Maurizio Gialluisi. Il Comitato Nazionale è completato dai componenti eletti: Alberto Zaroli (Macroregione Nord), Michele Conti (Centro) e Stefano Archinà (Sud).
Eletti per la carica di Delegato degli Ufficiali di Gara: Luca Cavanna, Simone Spandrio e Livio Sasanelli (Macroregione Nord), Antonio Buccini, Antonio D’Agnese e Giampaolo Perini (Centro), Gennaro Colella, Francesco Scarcelli e Nicola Favia (Sud).
Dalla sezione Arbitri di Agrigento i migliori auguri di buon lavoro!

Esordi di buona speranza per la nostra sezione 24 settembre 2016

valerio-navarinoAltro nuovo e importante traguardo per Valerio Navarino che si appresta ad esordire in prima categoria nella partita CITTÀ DI CASTELLANA – PRIZZI del  25/09/2016, dopo la direzione della finale Di allievi provinciali tra Sangiovannese – Village Renato Traina negli ultimi sgoccioli della scorsa stagione.

Emozionato e in trepidante attesa il giovane arbitro: “Finalmente la designazione tanto attesa è arrivata, sono molto felice ma soprattutto motivato perché ovviamente per me questo deve essere un punto di partenza. Spero di prendermi ancora tante soddisfazioni…”

Un grande in bocca al lupo Valerio!

L’esordio di Navarino non è  l’unico per i nostri associati. Sicuramente tra i più attesi c’è quello di napoliSalvatore Napoli, che molti di voi ricorderanno per i preziosi traguardi raggiunti sia in termini personali sia per quello che rappresenta ed ha rappresentato per la nostra sezione. Dopo una lunga carriera passata a calcare i campi da gioco, anche quelli nazionali, Napoli è pronto per il suo esordio da Osservatore Arbitrale.

Tanta l’attesa anche da parte dei diversi associati e soprattutto dei suoi “calciatori”, a lui molto legati dopo la vittoria nel ” Torneo dell’Amicizia e della Memoria”. Napoli, infatti, da mister ha portato la sezione arbitri di Agrigento ad  aggiudicarsi per la prima volta l’ambito trofeo, iscrivendo il proprio nome nell’Albo d’Oro.

Dalle sue dichiarazioni traspare tutta l’emozione per l’inizio della nuova avventura: “Comincia per me questa esperienza di Osservatore arbitrale in regione, portando con me tutto il bagaglio delle conoscenze e competenze sinora acquisite in questi 17 anni di tessera sul campo e fuori dal campo. Sono entusiasta e orgoglioso di cominciare”.

Completeranano gli esordi anche altri colleghi.
girgentigiuseppeIl neo promosso Giuseppe GIRGENTI (in foto) alla CAI con una gara in Lombardia e poi Alessio CUTAIA e Francesco MINEO in Prima Categoria.
In bocca al lupo da tutti noi!

SPORT E IDENTITA’. Tra gli autori anche il nostro Salvo Ognibene 19 settembre 2016

copertina-sport-e-identita-la-lotta-alla-discriminazione-in-ambito-sportiv

Il libro, a cura del Prof. Antonello De Oto e con la prefazione di Vito Tisci, contiene al suo interno anche un capitolo del nostro Salvo Ognibene su “Sport ed etnia. Le politiche di non discriminazione per motivi razziali”.

L’Associazione Italiana Arbitri, come ha sempre dimostrato, ha sempre sostenuto le politiche di integrazione (nel libro si racconta anche un caso che ha coinvolto direttamente l’associazione) e si è sempre schierata contro le discriminazioni e il razzismo.

Il volume affronta dal punto di vista socio-giuridico il tema del valore dell’identità nello sport e dell’importanza di praticare attività sportive al fine di tutelare la differenza e sviluppare la capacità di conoscersi e stare insieme.

La lotta alla discriminazione nel mondo dell’associazionismo ludico, rappresenta una frontiera necessaria in una società che tende a volte a ghettizzare e dividersi. Lo sport, grande educatore e veicolo di valori positivi, è la nuova necessaria frontiera della tutela dell’interculturalità in una societas sempre più multietnica, multietica e multireligiosa.
Questa opera collettanea si avvale del contributo di giuristi che da diverse angoli di osservazione hanno saputo ricostruire la complessa tematica in oggetto: docenti universitari, avvocati, saggisti e giudici federali, hanno ricomposto quel mosaico di problematiche che le dinamiche della “glocalizzazione” portano sul tavolo della modernità, offrendo così al lettore, un quadro aggiornato delle novità e delle soluzioni poste in campo da chi è deputato a pensare e concretamente attuare politiche di contrasto a tutte le condotte devianti e discriminatorie nell’alveo della sana pratica sportiva.

Antonello De Oto è Professore Associato di Diritto Ecclesiastico italiano e comparato e Diritto delle religioni presso le Scuole di Giurisprudenza e di Scienze politiche dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Autore di diverse monografie, curatele e saggi su riviste italiane e straniere, è responsabile studi e ricerche FIGC Settore Giovanile e Scolastico dell’Emilia-Romagna.

Interventi di: Antonello De Oto, Pasquale Caviano, Giuseppe Paccione, Maria Cristina Ivaldi, Nicola Fiorita, Massimo Giuseppe Adamo, Francesca Mollo, Salvo Ognibene.
Prefazione di Vito Tisci (Presidente Federazione Giuoco Calcio Italiana – Settore Giovanile e Scolastico)

Ad Agrigento il raduno pre-campionato di arbitri ed osservatori Calcio a 5 18 settembre 2016

radunoSi è tenuto nelle giornata di sabato 17, per gli osservatori, e di domenica 18, per gli arbitri, il raduno pre-campionato di calcio a 11, nella sezione arbitri di Agrigento. Niente visite mediche e test atletici per gli arbitri, che a differenza degli altri anni, si sono svolti a fine agosto.

Stesso programma per entrambi i giorni, con appuntamento in aula nella prima parte della mattinata e proseguita nel pomeriggio con lezioni frontali e approfondimenti tecnici. Ad accogliere osservatori e arbitri il Presidente regionale Michele Cavarretta, e i padroni di casa, Armando Salvaggio e Antonio Lo Giudice che hanno evidenziato l’importanza del gruppo e gli intenti che su cui si basa l’associazione e gli obiettivi per elevare la qualità arbitrale e degli osservatori.
A portare avanti i lavori, il delegato del Calcio a 5 Nuccio Ignazzitto e  collaboratori, Vincenzo Messana e Vito Di Paola.
Presente anche il componente del settore tecnico nazionale, Marcello Traina, che ha guidato arbitri e osservatore in entrambi i giorni, nell’effettuazione e nella correzione dei quiz tecnici, superati brillantemente.

Dopo la presentazione dei nuovi arbitri immessi, che costituiranno quasi la metà del nuovo organico, si è passato all’illustrazione delle disposizioni tecniche.
Nel corso della giornata, dopo la pausa pranzo, la commissione ha comunicato i nomi degli arbitri inseriti nel progetto Talent”. In base alle risultanze tecniche, atletiche e in un ottica di prospettiva futura sono stati scelti  Marilena Catanese della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto, Francesco Quartaronello di Messina e Andrea Burletti di Ragusa, affidati al “mentor”, Andrea Liga.
I lavori sono proseguiti in aula con la riunione tecnica e la visione di diversi filmati che sono stati analizzati e discussi, chiarendo i pochi dubbi presenti, prima di chiudere il raduno. In bocca al lupo a tutti e buona stagione!

Incontro con le società sportive per analizzare le modifiche al regolamento 15 settembre 2016

img_1854Il 14 settembre nei locali della Sezione AIA di Agrigento si è tenuto un incontro con le società dilettantistiche di Agrigento per analizzare le modifiche al regolamento del gioco del calcio approvate in occasione della 130ª assemblea generale Ifab che ha introdotto la circolare nr. 1.
Dopo il saluto del delegato provinciale Prof. Stefano Valenti, del Presidente della LND Sicilia Santino Lo Presti e del Coordinatore del CRA Sicilia Armando Salvaggio, è toccato al presidente Antonio Lo Giudice che si è avvalso del brillante apporto del collega Calogero Drago componente del Settore Tecnico, l’illustrare e spiegare le novità regolamentari con l’entrata in vigore della Circolare 1 e di tutte le significative modifiche apportate al regolamento del gioco. Materia che sia il Presidente Antonio Lo Giudice che Gero Drago hanno trattato con chiara capacità espositiva, sapendo coinvolgere la platea e mantenendola particolarmente attenta, soprattutto grazie ai contributi video che dimostravano i vari casi di studio.img_1859
Un incontro molto propositivo che permette a tutte le società di avere certezza delle modifiche regolamentari introdotte ed iniziare la nuova stagione sportiva con la giusta preparazione e la consapevolezza che un maggior confronto sul regolamento tra tutte le componenti del mondo del calcio possa favorire una crescita del movimento sportivo.